Lo Sponsor – Filippo Landini

LO SPONSOR
Filippo Landini
BAT Edizioni

Il suicidio mediatico di un manager borderline. La gita nell’abisso
In un giorno d’estate, in una metropoli europea probabilmente Berlino, ma potrebbe anche trattarsi di Milano, Parigi o Madrid , un pezzo grosso dell’industria transnazionale viene rapito da cinque sconosciuti. Uno di loro ha una telecamera: ha inizio il Jarry Live Show, un reality durante il quale il prigioniero, rinchiuso in un sotterraneo, viene sottoposto a un processo di disfacimento morale e fisico che prevede l’assunzione di un acido lisergico al giorno, per un mese intero. Il tutto viene filmato e messo in onda. Il risultato è inquietante: la realtà si trasforma in fiction e il Sistema dominante viene deriso, dissacrato. Lo sponsor è un manifesto di denuncia della società contemporanea, un romanzo corrosivo ed eretico, che miscela la poetica di James Ellroy e di Jerry Rubin con stralci di manuali di guerriglia urbana. Una storia senza esclusione di colpi, dal ritmo cinematografico e i colori visionari di un’allucinazione in streaming.

L’autore

Filippo Landini è nato a Ferrara nel 1969. Ha pubblicato i romanzi Ferrara Game Over (Edizioni Nomade Psichico, 2000), da cui è stato realizzato il lungometraggio omonimo (diretto e interpretato dallo stesso Landini e da Max Czertok), Red Rec Play Black (La Carmelina Edizioni, 2009), La parata (Lite Editions, 2012), Eri tutto lungo. Cavallo Pazzo e altri cani sciolti (con il collettivo Alba Cienfuegos; Koi Press, 2013), e il docu-romanzo Gruppo d’Azione. Sovvertire l’ordine, creare il caos (con Alessandro Casolari; Red Star Press, 2015).

Runners – Christian Caielli

 

RUNNERS
Christian Caielli

BAT Edizioni
Pagine 216
ISBN: 9788894865028

Da Amsterdam al Giambellino, la terra di mezzo di due giovani guasconi.

Nel gennaio del 1990, mentre il pianeta è interessato da importanti cambiamenti, Vincent e Max, due ragazzi cresciuti in un quartiere alla periferia di Milano, si improvvisano corrieri della droga pestando i piedi a uno spacciatore psicopatico e rovinando i piani di una coppia di improbabili narcotrafficanti, nella quale i ruoli di genere appaiono confusi.

Sul percorso dei due runners, tra auto sfasciate, dark ladies e dialoghi lisergici, si alternano dogane e frontiere, reali e metaforiche, per oltrepassare le quali scopriranno che c’è un dazio da pagare a ogni valico della vita e che, tuttavia, ne vale la pena.

«Comportati con naturalezza, Max. Guarda fuori dal finestrino, come se fossi assorto nei tuoi pensieri.»
«I miei pensieri sono che me la sto facendo nelle mutande» disse Max osservando una fila di capannoni orribili.
«Pure i miei.»
«Se dovessero fermarci, hai qualcosa in macchina che potrebbe insospettirli?»
«Dici a parte i quattro chili d’erba? Non ricordo, forse dei ciclostili delle Brigate Rosse e un paio di Molotov.»

L’autore

Christian Caielli è nato a Milano nel 1966.
Scrittore e musicista, ha vissuto in Italia, a Cuba, in Messico e in Olanda. Dal 2011 abita sulle rive dell’Adda.
Dopo gli studi di grafica, fotografia e cinema ha fatto l’informatico, il venditore d’auto, l’account per un’agenzia pubblicitaria, il barman e il grafico per un’etichetta discografica.
Runners è il suo romanzo d’esordio.

Rassegna stampa

Il Fatto Quotidiano – 22 settembre 2018: ‘Runners’, BAT Edizioni riparte dalla periferia milanese

 Book Trailer Youtube – 1 ottobre 2018

Korowai – Gerónimo Bardo

Korowai
Gerónimo Bardo
BAT Edizioni
Cartaceo 9,99 Eur / ebook 0.99 Eur
Pagine 138
ISBN : 978-8894865059

Sinossi

Secondo la tradizione del popolo Korowai, nella profonda giungla della Nuova Guinea, quando un male incurabile colpisce un membro della tribù, significa che il demone Khakhua si è impossessato del malcapitato. Il moribondo, con l’ultimo fiato in gola, sussurra quel nome alla persona a lui più cara. Quando ciò accade, per scacciare la presenza demoniaca, non resta che fare una cosa: uccidere l’individuo e spartire il suo corpo smembrato fra i membri della tribù.

Wabe è il secondo genito del capovillaggio. Wabe ha sempre seguito le regole e le tradizioni dei Korowai, ma quando il nome mormorato è quello di Kumati, la ragazza di cui è innamorato, dovrà scegliere se scacciare il demone o mettere in salvo la donna amata.

Franklin è un disertore americano durante la guerra in Vietnam. Franklin ha scelto di affogare i ricordi della guerra in una bettola di Wewak. La sua esistenza scorre lenta nell’oblio fino al giorno in cui riceverà la richiesta d’aiuto della dottoressa Maria Ortega.

Un romanzo in cui l’attenta ricerca antropologica e le esotiche atmosfere immergeranno il lettore in una straordinaria avventura ai confini del mondo.

Traduzione dallo spagnolo di Margherita Papiri

 

L’autore

Gerónimo Bardo (1939-2018) è nato a Chimbote, in Perù. Dopo aver compiuto studi di antropologia e aver lavorato sul campo in Messico, in Nuova Guinea e in Australia si è stabilito a Lima, dove ha alternato la sua carriera accademica a quella di narratore. Korowai è il suo primo romanzo tradotto in italiano.

 

Rassegna Stampa

Quattro chiacchiere in compagnia – 17 dicembre 2017. Un nuovo modo di vivere la storia.

Il Fatto Quotidiano – 8 luglio 2017 BAT: viaggiare sui libri si può.

I vagabondi dell’anima – Pier Bonifacio

I vagabondi dell’anima
Pier Bonifacio
BAT Edizioni
Cartaceo 12.00 Eur / ebook 0.99 Eur
Pagine 228
ISBN : 978-8894865080

Sinossi

Hasan, dopo trent’anni trascorsi a Milano, decide di tornare a Istanbul alla ricerca del suo passato e di Fatma, il suo primo amore. Galip, suo figlio, accortosi della partenza del padre, decide d’intraprendere, con la fidanzata Irene, un viaggio alla sua ricerca. A differenza di Hasan, Galip scopre per la prima volta le sue origini turche. Tra segreti e cose non dette lo scontro tra le due generazioni sarà inevitabile. I vagabondi dell’anima, è una storia raccontata per immagini, suoni e profumi speziati. Luoghi e situazioni che in parte appartengono alla vita del suo autore.

L’autore

Pier Bonifacio è nato a Genova nel 1966. Laureato in pittura all’Accademia di Belle Arti, ha vissuto a Londra, Istanbul e Milano. Ha lavorato in teatro come scenografo e successivamente ha scritto e diretto dei documentari indipendenti. Il disegno e la pittura sono il suo principale mezzo di espressione artistica e creativa. I vagabondi dell’anima (2017) è il suo primo romanzo.

Rassegna Stampa

Il Fatto Quotidiano – 8 luglio 2017 – BAT: viaggiare sui libri si può.

Booktrailer Youtube – 20 aprile 2017