Coming Soon

BATTAGLIE INVISIBILI
Sonia Bassi
BAT Edzioni

Una vacanza in Alto Adige, un albergo di lusso, un marito affascinante. Maddalena sembra possedere tutti gli ingredienti per una vita felice. Eppure, all’improvviso, il terreno le frana sotto i piedi e una valanga la trascina a valle, costringendola ad affrontare una risalita e un nuovo capitolo della sua esistenza.
Lei vorrebbe rimanere a crogiolarsi nella solitudine ma Valeria, l’amica del cuore, la trascina a una festa di capodanno a Saint Tropez dove, complici un calice di champagne offerto da una mano gentile e un suadente accento francese, Maddalena avverte una nuova e vitale emozione affiorare per invitarla a rimettersi in gioco.
Il destino la vede volare a Pechino per misurarsi in un ruolo che la natura le aveva precluso, affrontare una madre restìa a cederle il testimone e il suo stesso passato.
Questa delicata storia affronta con grande sensibilità i temi del matrimonio, della maternità e dell’emancipazione, esplorando i luoghi interiori in cui si svolgono, appunto, le nostre battaglie invisibili.

L’autore

Sonia Bassi è nata a Milano nel 1965. Insegnante di yoga, ha vissuto a Milano, Parigi, Strasburgo e dal 2001 è monzese d’adozione. Dopo aver lavorato per anni nella grafica e nell’editoria, si è dedicata a un’altra grande passione: la scrittura, perfezionando la sua formazione fino ad arrivare al suo romanzo d’esordio, Battaglie invisibili.

Collettivo di Scrittura Okina Sagi

Collettivo di Scrittura

Okina Sagi

Cerca Scrittori

DOVE
Saremo ospiti di Spazio Sushi Bistrot, un luogo bello e ricco di elementi di creatività, situato in Via Solferino, 27 a Milano.

QUANDO
Sabato 10 novembre dalle ore 15.30 alle 18.00
Domenica 11 novembre dalle ore 09.30 alle 12.00 e dalle ore 14,30 alle 18.00
Sabato 17 novembre dalle ore 15.30 alle 18.00

CHI
Lorenzo Mazzoni: scrittore, giornalista e docente di scrittura creativa.
Christian Caielli: scrittore e sceneggiatore.
Il collettivo Okina Sagi: entità multipla che cambia a ogni nuovo romanzo. Sotto il suo pseudonimo scrivono autori esordienti e affermati che, lavorando fianco a fianco, hanno già pubblicato diversi romanzi.

COSA
Scriveremo un libro e lo pubblicheremo sul sito www.booksandtravels.it/romanzi-collettivi.
Durante gli incontri decideremo insieme il soggetto e costruiremo una scaletta, daremo vita ai personaggi e affronteremo tutte le fasi della scrittura. Sarai libero di esprimere la tua creatività e il tuo stile personale, in un rapporto di scambio continuo con i componenti del collettivo.

PERCHÉ
La scrittura è una questione personale ma in gruppo si impara a condividere e a portare a compimento un progetto in un clima di amichevole professionalità, sotto la guida attenta e rispettosa di uno scrittore esperto. E, soprattutto, creare insieme è divertente e piacevole.

Quota di partecipazione 100 Euro
Per info e prenotazioni scrivi una e-mail a ufficiostampa.bat@gmail.com

 

Work-Sushi-Shop

Work-Sushi-Shop
Corso rapido di Scrittura Creativa

Sabato 18 novembre 2018 ore 15.30 – 17.30
SpazioSushi Bistrot – Via Solferino, 27 Milano

BELLA STORIA!
Molti sanno scrivere bene e, al contrario dei luoghi comuni, saper raccontare storie non è un privilegio per pochi.
Una bella storia è come il manufatto di un bravo artigiano: per realizzarlo servono la fantasia, gli attrezzi giusti e una buona prassi.
Sugli ultimi due requisiti, semmai ti servisse un aiuto, si può lavorare.
L’IMPORTANZA DI UN PROGETTO.
I più grandi scrittori pare non ne abbiano bisogno, ma siamo forse tutti Hemingway?
Scrivere sull’onda dell’ispirazione potrebbe andare bene per un po’ ma prima o poi la storia inizierà probabilmente a sfuggire di mano. Come costruire allora una buona scaletta, dei personaggi ben definiti, individuare i nodi narrativi e dei punti di svolta efficaci? E i dialoghi, l’incipit, il finale?
Spesso questi sono gli ostacoli di fronte ai quali lo scrittore esordiente capitola e abbandona la scrittura. Male!
Anche se lo fai per hobby, scrivere è un lavoro che, come ogni altro, può essere imparato.
IN SOLE DUE ORE?
Due ore, se ben spese, sono un sacco di tempo. Ma chi ti vieta di continuare?
Una giusta ambientazione, la scelta di un tempo, lo stile, i generi letterari, la stesura di capitoli e paragrafi, il ritmo, il processo di riscrittura… c’è sempre qualcosa da imparare.
AH, SEI UN ASPIRANTE SCRITTORE?
Bene! Porta con te il tuo lavoro.
Potremmo darti qualche buon consiglio su come presentarlo a un editore. Magari senza fare troppa strada…

La lezione sarà tenuta da Lorenzo Mazzoni (scrittore, giornalista e docente di scrittura creativa in Italia e all’estero) e da Christian Caielli (scrittore, consulente e grafico editoriale con esperienze internazionali).

Free drink offerto ai partecipanti da SpazioSushi e sconto del 20% per chi vorrà fermarsi a cena.
Costo totale del corso: 50,00 € (dispense comprese nel prezzo).

Per info e prenotazioni scrivi una e-mail a ufficiostampa.bat@gmail.com

Lo Sponsor – Filippo Landini

LO SPONSOR
Filippo Landini
BAT Edizioni

Il suicidio mediatico di un manager borderline. La gita nell’abisso
In un giorno d’estate, in una metropoli europea probabilmente Berlino, ma potrebbe anche trattarsi di Milano, Parigi o Madrid , un pezzo grosso dell’industria transnazionale viene rapito da cinque sconosciuti. Uno di loro ha una telecamera: ha inizio il Jarry Live Show, un reality durante il quale il prigioniero, rinchiuso in un sotterraneo, viene sottoposto a un processo di disfacimento morale e fisico che prevede l’assunzione di un acido lisergico al giorno, per un mese intero. Il tutto viene filmato e messo in onda. Il risultato è inquietante: la realtà si trasforma in fiction e il Sistema dominante viene deriso, dissacrato. Lo sponsor è un manifesto di denuncia della società contemporanea, un romanzo corrosivo ed eretico, che miscela la poetica di James Ellroy e di Jerry Rubin con stralci di manuali di guerriglia urbana. Una storia senza esclusione di colpi, dal ritmo cinematografico e i colori visionari di un’allucinazione in streaming.

L’autore

Filippo Landini è nato a Ferrara nel 1969. Ha pubblicato i romanzi Ferrara Game Over (Edizioni Nomade Psichico, 2000), da cui è stato realizzato il lungometraggio omonimo (diretto e interpretato dallo stesso Landini e da Max Czertok), Red Rec Play Black (La Carmelina Edizioni, 2009), La parata (Lite Editions, 2012), Eri tutto lungo. Cavallo Pazzo e altri cani sciolti (con il collettivo Alba Cienfuegos; Koi Press, 2013), e il docu-romanzo Gruppo d’Azione. Sovvertire l’ordine, creare il caos (con Alessandro Casolari; Red Star Press, 2015).

Rassegna stampa

Il Fatto Quotidiano – 20 novembre 2018:  Geoff Dyer e Filippo Landini, tra noia e cattivi. Sperimentazioni dentro a una stanza

Lancio a effetto – Omar Shahid Hamid

Lancio a effetto
Omar Shahid Hamid

La follia jihādista secondo Omar Shahid Hamid

“Cinquemila rupie. Anche adesso, sul pullman gelido, Ausi ripensa a quei soldi. Il prezzo esatto del martirio. Con il senno di poi, avrebbe dovuto rendersi conto già in quel momento che tutti i partiti politici sono uguali, che sfruttano gli attivisti per i propri scopi e poi li gettano via. Che il partito avrebbe usato anche lui, come aveva fatto con Sohail. Ma era stato indifferente a tutto, eccetto al bisogno che qualcuno pagasse per la morte di Sohail. Voleva dar fuoco al mondo intero, e il partito l’aveva incoraggiato, giusto o sbagliato che fosse”.

Duro, spietato, politicamente scorretto, Lancio a effetto, del pakistano Omar Shahid Hamid (Metropoli d’Asia, traduzione di Giovanni Garbellini, vincitore dell’Italy Reads Pakistan Prize) è un romanzo bello e struggente, un vero e proprio pugno nello stomaco, un noir atipico che si muove al meglio nel depistare il lettore attraverso l’arma più efficace del genere: la menzogna.

Nello sperduto deserto di Nara nel Khaimpur, in una ex Scuola di Zootecnica, viene imprigionato lo sceicco Uzair, un terrorista dell’universo del radicalismo islamista colpevole di efferati omicidi e attentati spettacolari. Qui incontra il vice sovrintendente Omar Abassi, incaricato della sua custodia, il quale persegue la verità assoluta e inizia a scavare nel passato dello sceicco. Troverà una serie di lettere che questi scambia con un suo vecchio amico di scuola, Eddy e che potrebbero rivelare molti segreti su Uzair e la sua spietata organizzazione jihādista.

Inizia da qui un viaggio nel Pakistan di fine anni Ottanta, in una scuola della Lahore altolocata, tra partite di cricket, adesioni a partiti nazionalisti, ingiustizie private, incomprensioni, fino all’esodo in Occidente, in stipati appartamenti di Londra, in campi profughi del Kosovo e nei college americani dove gli studenti provengono da famiglie così prive di immaginazione da mettere un numero dopo i nomi di battesimo per la mancanza di voglia di cambiarli. Infine c’è l’inevitabile ritorno, l’adesione a qualcosa, che sia la vita priva di passioni dell’aristocrazia dominante o la lotta nel Kashmir. Con le inevitabili conseguenze.

“Il Jinn è la punizione speciale riservata a lui dai suoi carcerieri, quando li fa davvero imbestialire. È un gigantesco scagnozzo pederasta che il direttore del carcere, un uomo dal muso di topo di nome Sinha, convoca dalle fila della cellula locale di un partito di estrema destra per umiliarlo ogni volta che il Pakistan vince un incontro di cricket. Sinha, decisamente orgoglioso di avere ideato questa nuova forma di tortura, dice ad Ausi che ritrovarsi un cazzo indù nel culo a intervalli regolari lo convincerà a disfarsi del suo odio con gli indiani”.

Con il sottofondo degli echi afgani e il crollo delle Twin Towers, Omar Shahid Hamid scrive una storia magistrale direttamente dai confini di quello che pensiamo essere il nostro mondo, dimostrando che la religione spesso non è altro che una maschera di cera per pulsioni e rancori che hanno più a che fare con la gelosia, l’inadeguatezza sociale e la follia nuda e cruda. Lancio a effetto è un libro che lascia il segno, aperto a molteplici soluzioni. Un insegnamento letterario per chiunque abbia la fortuna di averlo tra le mani.
Lorenzo Mazzoni

L’autore

Omar Shahid Hamid è nato a Karachi nel 1977. Ha conseguito un master in giustizia penale presso la London School of Economics e uno in legge presso l’University College London. È entrato nella polizia di Karachi poco dopo l’assassinio del padre, direttore della Karachi Electric Supply Corporation, nel 1997. È stato preso di mira da vari gruppi e organizzazioni di terroristi, ferito in servizio e il suo ufficio è stato bombardato dai talebani nel 2010. Dopo tredici anni ha preso un periodo sabbatico che è durato cinque anni e durante i quali ha scritto due romanzi: The Prisoner, che ha avuto un discreto successo anche a livello internazionale, e The Spinner’s Tale. Attualmente Omar Shahid Hamid è tornato in servizio come dirigente dei servizi di intelligence della polizia all’interno del dipartimento antiterrorismo.

Le sfumature della luna – Bilkis Saba

Le sfumature della Luna
Bilkis Saba

Sinossi

“Anche sulla luna ci sono delle macchie nere”, recita un proverbio bengalése, ed è proprio a Dhaka, capitale del Bangladesh che si svolge questa struggente e delicata storia d’amore e d’amicizia.
Kazi e Aniza sono due dodicenni, amici del cuore, che vivono in uno dei tanti quartieri poveri della città. I ragazzi stanno sempre insieme e condividono gioie e dolori quotidiani, fino a quando Aniza non viene venduta, dalla sua famiglia, a una casa d’appuntamenti e Kazi, pieno di sensi di colpa per non essere riuscito a liberare l’amica, se ne va.
Qualche anno più tardi si rincontreranno, e dovranno fare i conti con i lati oscuri del passato e con terribili minacce rappresentate da fanatici religiosi.

Una storia scritta in modo armonioso, semplice e lineare, capace di raccontare la forza dell’amore e la volontà di riscatto di chi continua a sognare, nonostante tutto, un futuro migliore.

L’autore

Bilkis Saba è nata a Dhaka, capitale del Bangladesh, nel 1991. È cresciuta in Italia e, attualmente, vive a Londra. Oltre che de Le sfumature della luna (2016), è autrice di due romanzi diventati in breve tempo best sellers internazionali: Naoi(2016) e Feroci pulsioni (2017), entrambi pubblicati in Italia da Koi Press.

Rassegna Stampa

i-Libri, recensione.

Liberi di Scrivere, intervista con Bilkis Saba.

Il Fatto Quotidiano, articolo.

Panorama, articolo.

Tutto in Vetrina, recensione.

A penna rossa, recensione.